ECO GUEST HOUSE CAMERE D’ARIA, UN’ARCHITETTURA SOSTENBILE REALIZZATA SECONDO LA FILOSOFIA KLIMAHOLZHAUS®

Eco Guest House Camere D’aria sorge nel cuore della piccola Locana, a due passi dal Parco Nazionale del Gran Paradiso.

L’idea è stata quella di realizzare una forma di ospitalità incentrata sul benessere degli occupanti e sulla promozione della piccola comunità locale. Una forma di accoglienza a zero emissioni e totalmente sostenibile.

Uno dei motti che ha contraddistinto il progetto è stato: VOGLIAMO CONTRIBUIRE A RENDERE IL MONDO UN POSTO MIGLIORE.

Salubrità, benessere termo-igrometrico, visivo, uditivo e sostenibilità erano gli obiettivi che la committenza aveva posto a base di progetto.

Il progetto è stato ancor più valorizzato ottenendo la certificazione volontaria secondo il protocollo Casaclima.

­­SITUAZIONE ANTE OPERAM

L’edificio risalente ai primi del ‘900 presentava un piano seminterrato e tre piani sopraelevati, di cui uno completamente inagibile. L’obiettivo principale è stato quello di riqualificare l’immobile per adeguarlo agli attuali standard  di sicurezza e efficienza energetica, al fine di ottenere la certificazione di qualità CasaClima.

Zeropositivo Architetti ha condotto un’analisi approfondita dei costi e dei benefici delle varie opzioni d’intervento, sia in termini architettonici che energetici. Dopo tale valutazione, ha deciso di concentrarsi sulla riqualificazione energetica e strutturale dei piani primo e secondo mediante interventi localizzati e la demolizione e successiva ricostruzione  del terzo piano utilizzando un sistema costruttivo leggero, mirato a migliorare la resistenza sismica dell’edificio.

LA SOPRAELEVAZIONE

La scelta dei progettisti è ricaduta sull’utilizzo dei componenti costruttivi Made of LIGNO® perché avrebbero soddisfatto a 360° le esigenze di progetto.

  • RIDUZIONE DEI PESI: rispetto a sistemi tradizionali ed anche a sistemi costruttivi in legno
  • UTILIZZO COSCIENTE DELLA MATERIA PRIMA:  il sistema CLT nervato garantiva un utilizzo cosciente del legno, utilizzandolo solo laddove necessario.
  • MIGLIORE COMPORTAMENTO IGROMETRICO: la parete nervata espone, per lo scambio igrometrico, una maggiore quantità di legno rispetto ad una parete in CLT standard (solo i primi 20-30 mm sulla superficie esposta partecipano allo scambio igrometrico).
  • SALUBRITA’: Volendo progettare un edificio ad elevato grado di salubrità, l’utilizzo di materiali con sigilli di qualità come Natureplus® è sicuramente una scelta di garanzia di raggiungimento degli obiettivi prefissati. Il marchio, di fatti, certifica la totale assenza di emissioni nocive, la sostenibilità del prodotto in tutto il suo ciclo di vita e la durabilità dello stesso.
  • MODULARITÀ FLESSIBILE: il cantiere era situato nel centro cittadino, le strade di accesso strette non facilitavano la logistica di cantiere. L’esigenza era perciò quella di utilizzare componenti costruttivi di piccole dimensioni. In questo caso, la modularità del sistema, moduli da solo 625 mm di larghezza, è stata un’arma vincente.
  • DESIGN: La volontà di creare degli ambienti dal design moderno con il calore del legno, si sposavano perfettamente con la possibilità di configurare l’intradosso dei solai LIgnotrend con superfici chiuse in vero legno di abete bianco senza nodi.

LE COMPONENTI COSTRUTTIVE

LE PARETI ESTERNE

Le pareti esterne sono state realizzate con sistema platform-frame LIGNO® U*psi T, un sistema a doppio montante che consente la realizzazione di involucri dalle elevate performance termiche e statiche. L’utilizzo di questo sistema, comparato ad un sistema platform-frame standard, a parità di spessore e prestazioni dei materiali che compongono la stratigrafia, ha garantito un miglioramento, della trasmittanza termica di circa il 9%. La controventatura del sistema parete nel proprio piano è stata affidata ad un pannello in fibrogesso Fermacell. La stratigrafia è stata completata con materiali isolanti in fibra di legno prodotta con sistema a secco; del tipo a bassa densità per l’intercapedine tra i montanti verticali e ad alta densità N+F per il pannello porta-intonaco.

La stratigrafia è stata progettata volutamente evitando l’utilizzo di barriere al vapore garantendo così una gestione ottimale della migrazione del flusso di vapore acqueo. La tenuta all’aria ed il controllo della gestione del vapore acqueo stesso sono stati affidati ad una membrana igrovariabile posizionata sulla faccia interna direttamente sopra il pannello di controvento. Per il passaggio delle linee impiantistiche è stata predisposta una controparete tecnica.

IL SOLAIO COPERTURA

Dei pannelli CLT scatolari con una superficie di intradosso a vista in abete bianco senza nodi sono gli elementi strutturali della copertura. Al fine di raggiungere prestazioni termo igrometriche ed acustiche elevate, le cavità tra le nervature degli elementi scatolari sono stati riempiti direttamente dal produttore con del materiale WLG040. Lo strato di tenuta all’aria, posizionato all’estradosso del solaio è realizzato con un freno vapore dell’azienda Proclima. Analogamente alle pareti anche l’involucro di copertura è stato realizzato in doppio strato con fibra di legno flessibile a bassa densità interposta a dei supporti isolanti LIGNO® U*psi modello F 240 mm ed un pannello superiore posato in maniera continua ad altissima densità. La posa in opera di pannelli con differenti densità garantisce delle prestazioni elevate nei confronti dei rumori aerei. La copertura è poi stata completata con una camera di macro-ventilazione e sovrastante tavolato con la funzione di supporto per il manto di copertura tipico della zona, la Losa.

LE PARETI INTERNE

Le pareti interne strutturali utilizzate rappresentano l’emblema del concetto “utilizzo cosciente della materia prima legno”: Un attenziona alla sostenibilità che ha contraddistinto tutto il progetto fin dalle prime fasi di progettazione a quelle conclusive e oltre. Realizzate in CLT nervato, rispetto ad una parete in CLT massiccio con le medesime prestazioni statiche hanno garantito un risparmio di materia prima legno di ca. 30%. Al fine di garantire elevate performance acustiche sulle due facce sono state realizzate delle contropareti tecniche con sistema a secco in gesso.

La sopraelevazione è stato progettata e realizzata sapientemente e con lungimiranza, secondo la filosofia Klimaholzhaus®:

  • Materiali da costruzione naturali con un ciclo di vita sostenibile
  • Sistema costruttivo realizzato con elementi CLT multifunzionali salubri e sicuri
  • Elevati valori di isolamento acustico
  • Elevate performance termiche sia in regime estivo che invernale
  • Ottimo clima termo-igrometrico
  • Calde superfici in legno a vista
  • Isolanti in materiali naturali
  • Progettazione rispettando la fisica delle costruzioni
  • Componenti costruttive aperte alla diffusione del vapore
  • Qualità lungimirante
  • Rispetto delle risorse

LOCALITA’: Locana (TO)

PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA ED ENERGETICA: Zeropositivo architetti

PROGETTAZIONE STATICA E DFMA OPERE IN LEGNO: STRUTTURA7

IMPRESA DI COSTRUZIONI IN LEGNO: Guerra srl industria di costruzioni

COMPONENTI UTILIZZATI: Sistema costruttivo Lignotrend filosofia Klimaholzhaus®

CERTIFICAZIONE: CasaClima R

FOTOGRAFO: Tomasso Di Bert

FOTOGRAFIE CANTIERE FASI DI REALIZZAZIONI: Guerra srl industria di costruzioni

SITO WEB: cameredaria.eu

Ultimi articoli

TORNA ALL’ELENCO